Autore Topic: REGIONE SICILIA - TSN PALERMO  (Letto 10463 volte)

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline paolobuscaglia

  • 2° Classe
  • **
  • Post: 59
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #90 il: Marzo 11, 2019, 01:52:20 am »
La sezione di Palermo è stata chiusa per scelta personale da Emilio Galante, attuale Presidente, e senza avallo del Consiglio Direttivo.
Concentrica non c'entra nulla.
Ho pubblicato su Concentrica la comunicazione della chiusura (in formato JPG ma non sono sicuro della sua visibilità), comunque nel gruppo Facebook TSNPALERMO se ne trova una copia.


Ulteriori notizie nel Gruppo Pubblico di Facebook: TSNPALERMO
Vi aspettiamo...

Ma è vero che la Sezione TSN Palermo è stata chiusa?

Speriamo non incolpino Concentrica!


Offline gunny

  • MegaBoss
  • Azzurro
  • *****
  • Post: 2554
    • Alpinisusa.IT
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #91 il: Marzo 11, 2019, 15:32:59 pm »
Da quando un presidente ha la facoltà di chiudere a propria discrezione la sezione???  :o :o :o

Vogliamo forse parlare dell'ipotesi di interruzione di pubblico servizio  ???

Come minimo ora UITS deve intervenire con un commissario in tempi rapidi, perché nessuno può credere alla favola che una sezione cittadina, e non di una piccola città di provincia o di amena località, non abbia mezzi adeguati per proseguire la propria attività.

Se mancano i fondi, il commissario incaricato da UITS farà le dovute verifiche contabili del perché e del per come, oppure dobbiamo forse aspettarci che possa esserci l'interessamento della Corte dei Conti come avvenuto per Fidenza?  ???

Troppi dirigenti sezionali sono convinti di poter fare come a loro piace senza dover rendere conto ai soci, e agli enti vigilanti, di come amministrano e gestiscono le risorse sezionali, che ricordiamo essere in gran parte frutto dell'attività istituzionale, quindi della funzione pubblica.

Se anche non è codificato e scritto in statuto, la trasparenza è un obbligo morale che qualunque persona dotata di buon senso, e senso civico, metterebbe in atto in auto tutela, visto che la funzione pubblica è attribuita per legge.

Nell'attesa che UITS si muova allo scopo di verificare le eventuali responsabilità per la situazione che si è venuta a generare a Palermo, con l'obbiettivo primo di rimettere in carreggiata la sezione e portarla a nuove elezioni, non possiamo che auspicare che nel caso vi siano appunto responsabilità oggettive, si proceda nelle sedi opportune per censurare un'amministrazione e una conduzione forse inadeguata, anche perché il malcostume di gestire le sezioni come "cosa propria" pare diffuso a qualunque latitudine.

E come abbiamo sempre denunciato su questo forum, se la situazione dovesse essere confermata, parte della responsabilità sarebbe da ricercare e attribuire a di chi aveva il compito di vigilare e forse non l'ha fatto nei modi dovuti per parecchio tempo.

Facciamo nostre le parole del commissario Francesco Soro, spese nella riunione di Milano lo scorso 1 febbraio: "autonomia delle sezioni, non può significare libertà di fare quello che pare e piace..."

Qui su Concentrica siamo da sempre contro l'ingerenza di potere da parte di UITS, almeno come era nell'immaginario della passata dirigenza federale, ma se le regole sono condivise vanno rispettate, da tutti e ai vari livelli... forse è utopia ma bisogna almeno crederci e insistere con tutti i mezzi perché ci sia una seria inversione di tendenza.

La tutela degli interessi dei soci, ma anche di quelli pubblici in ragione del servizio indispensabile che effettuano le sezioni TSN (almeno fin che la legge lo prevede), non può che passare per regole che garantiscano l'alternanza tra i dirigenti proprio per evitare di alimentare il senso di "proprietà" in ragione di quello di "appartenenza e responsabilità"
« Ultima modifica: Marzo 12, 2019, 08:15:51 am da gunny »
--------------------------
a brusa suta l' Susa

Offline paolobuscaglia

  • 2° Classe
  • **
  • Post: 59
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #92 il: Marzo 11, 2019, 16:37:40 pm »
La situazione di Palermo è oramai sanabile solo con lo scioglimento della Sezione e la sua successiva ricostituzione.

L'impiego di un commissario che conduca a nuove elezioni non appare oramai soluzione praticabile, infatti esse non sarebbero mai libere ma sempre inficiate dal vizio originale che ha condotto al grave stato in essere.

Per moltissimi anni una certa gestione veniva sempre approvata e votata da uno zoccolo duro di elettori che poi tornava dormiente nell'ombra.
Queste relazioni devono essere troncate per permettere libere e democratiche elezioni, altrimenti avremmo solo un giro di valzer tra le solite teste di una certa oligarchia. Sanare questo non è oramai nelle possibilità di un qualunque Commissario, anche per il più intransigente.

Chi siano queste persone che compongono lo zoccolo duro elettorale, i nomi, i ruoli, gli interessi, etc etc sono noti all'UITS la quale ne è stata informata molti mesi addietro con un esposto circostanziato e sottoscritto. E' quindi ovvio che fare risorgere una sezione significhi non solo allontanare chi si comporta in modo non appropriato, ma anche i Soci che a vario titolo gliene hanno dato la possibilità, e che in questo caso sono stati identificati.

Ecco perché la strada dello scioglimento e successiva ricostituzione è l'unica percorribile.
Si chiude e si rimette l'apertura alla valutazione di congrue offerte da parte di volenterosi e preparati Soci disposti a farsene carico.

Offline lando

  • Esordiente
  • *
  • Post: 14
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #93 il: Marzo 11, 2019, 17:19:48 pm »
E' da sperare -ma non ci faccio molto affidamento-  che (finalmente) Roma invii in tutta celerità un Commissario sperando che (finalmente) si mettano a posto le cose.
Un Commissario -VERO TERZO- al quale si chiede solo e semplicemente di fare applicare le norme di Statuto e di (ri)consegnare una struttura associativa alla sua istituzionale destinazione.
Una struttura associativa che non è neppure lontanamente ipotizzabile possa avere problemi patrimoniali.
Basta vedere (solamente) i mandati di pagamenti dei Comuni per le sessioni di allenamento dei VV.UU.
Basta questo.
Altro che!!
Resta il rammarico per le molte grida di dolore dei pochissimi  -coraggiosi- soci (i cui diritti sono stati calpestati in tante occasioni)  e che non hanno mai trovato  risposta da parte di chi avrebbe potuto intervenire.
Soci -PADRI DI FAMIGLIA!!!- licenziati semplicemente perchè si erano rifiutati di essere "pupi" (anche se altri hanno rivestito le vesti di  Orlando & Rinaldo) e di asseverare scelte assai poco condivisibili.
Eppure non ci voleva e non ci vuole molto a trovare la verità se solo si vuole cercare.
Basterà leggere quanto  scritto in numerose e concordi sentenze (una mezza dozzina!!) rese da Magistrati della Repubblica che hanno esaminato i fatti generatori di tale infelice esito e che hanno concluso affermando che la tanto sbandierata crisi, a ben vedere, non giustifica le scelte  che hanno esposto la sezione ad un'infinità di giudizi persi e ad esborsi rilevanti. (Si parla di 100.000 € se non di più)
Chi si è assunto la responsabilità di tali scelte dimostratesi rovinose, anzicchè abbassare la saracinesca senza neppure avvisare i soci ed i consiglieri,  avrebbe fatto meglio a rassegnare le proprie dimissioni.

Mi auguro, infine, che i soci che più volte hanno fatto innumerevoli richieste di esaminare i bilanci, i flussi di cassa, i giustificativi di spesa,  possano ottenerli senza penare.

In un discorso politicamente corretto dovrei dire che ho "fiducia nell'UITS".
Ma...... non sono politicamente corretto.

Offline VENDETTA

  • Staff Redazione
  • Azzurro
  • *
  • Post: 1776
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #94 il: Marzo 11, 2019, 18:00:46 pm »
La situazione di Palermo è oramai sanabile solo con lo scioglimento della Sezione e la sua successiva ricostituzione.

L'impiego di un commissario che conduca a nuove elezioni non appare oramai soluzione praticabile, infatti esse non sarebbero mai libere ma sempre inficiate dal vizio originale che ha condotto al grave stato in essere.

Per moltissimi anni una certa gestione veniva sempre approvata e votata da uno zoccolo duro di elettori che poi tornava dormiente nell'ombra.
Queste relazioni devono essere troncate per permettere libere e democratiche elezioni, altrimenti avremmo solo un giro di valzer tra le solite teste di una certa oligarchia. Sanare questo non è oramai nelle possibilità di un qualunque Commissario, anche per il più intransigente.

Chi siano queste persone che compongono lo zoccolo duro elettorale, i nomi, i ruoli, gli interessi, etc etc sono noti all'UITS la quale ne è stata informata molti mesi addietro con un esposto circostanziato e sottoscritto. E' quindi ovvio che fare risorgere una sezione significhi non solo allontanare chi si comporta in modo non appropriato, ma anche i Soci che a vario titolo gliene hanno dato la possibilità, e che in questo caso sono stati identificati.

Ecco perché la strada dello scioglimento e successiva ricostituzione è l'unica percorribile.
Si chiude e si rimette l'apertura alla valutazione di congrue offerte da parte di volenterosi e preparati Soci disposti a farsene carico.

E' possibile trascrivere in un post il testo dell'esposto?

Offline paolobuscaglia

  • 2° Classe
  • **
  • Post: 59
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #95 il: Marzo 16, 2019, 16:44:15 pm »
Difendere i diritti dei Soci della Sezione TSN Palermo oggi mi ha fatto guadagnare il 100° mese di sospensione!
Indomiti e senza cedimenti si va avanti confidando nell'intervento dell'UITS!
« Ultima modifica: Marzo 16, 2019, 16:45:43 pm da paolobuscaglia »

Offline lando

  • Esordiente
  • *
  • Post: 14
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #96 il: Marzo 16, 2019, 17:23:13 pm »
Sospensione de che??
Non ti fanno accedere alle linee?? ;D ;D

PS Come detto in un post sopra...non sono politicamente corretto.
Purtroppo,  l'UITS era e sembra ancora inerte.

Offline paolobuscaglia

  • 2° Classe
  • **
  • Post: 59
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #97 il: Marzo 17, 2019, 01:27:29 am »
La chiusura unilaterale della Sezione TSN Palermo è stata dichiarata per motivi economici.
Si legge "la situazione economica dell'Associazione si è ulteriormente aggravata".


Si attende quindi che venga pubblicato il rendiconto che faccia conoscere a Soci quale sia la reale portata dei debiti e crediti della sezione e chi ne sia il responsabile.
Il fatto che la sezione abbia dichiarato la chiusura dell'attività non la libera dal dovere presentate nei tempi e modi indicati dallo statuto il rendiconto con le dovute pezze d'appoggio.
In ogni caso la responsabilità è sempre in capo al legale rappresentante, ovvero il Presidente della Sezione, che nel caso dovrà rispondere con le sue finanze personali.

Offline paolobuscaglia

  • 2° Classe
  • **
  • Post: 59
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #98 il: Marzo 17, 2019, 01:33:18 am »
Sospensione de che??
Non ti fanno accedere alle linee?? ;D ;D

PS Come detto in un post sopra...non sono politicamente corretto.
Purtroppo,  l'UITS era e sembra ancora inerte.

L'attività di controllo mi è costata un'ulteriore sospensione di 90 giorni dal 16/03/2019 (per un totale, alla data, di ben 100 mesi!!).
Ovviamente è la solita determinazione arbitraria del Presidente della Sezione TSN Palermo, Emilio Galante, ed anche questa sarà oggetto di positiva revisione nelle dovute sedi istituzionali come già accaduto in passato.
Non va neanche commentato il fatto che non saranno le sospensioni arbitrarie e ritorsive a fermare la mia opera di controllo.
« Ultima modifica: Marzo 17, 2019, 01:37:34 am da paolobuscaglia »

Offline gunny

  • MegaBoss
  • Azzurro
  • *****
  • Post: 2554
    • Alpinisusa.IT
Re:REGIONE SICILIA - TSN PALERMO
« Risposta #99 il: Marzo 17, 2019, 16:30:40 pm »
La chiusura unilaterale della Sezione TSN Palermo è stata dichiarata per motivi economici.
Si legge "la situazione economica dell'Associazione si è ulteriormente aggravata".


Si attende quindi che venga pubblicato il rendiconto che faccia conoscere a Soci quale sia la reale portata dei debiti e crediti della sezione e chi ne sia il responsabile.
Il fatto che la sezione abbia dichiarato la chiusura dell'attività non la libera dal dovere presentate nei tempi e modi indicati dallo statuto il rendiconto con le dovute pezze d'appoggio.
In ogni caso la responsabilità è sempre in capo al legale rappresentante, ovvero il Presidente della Sezione, che nel caso dovrà rispondere con le sue finanze personali.

il presidente, in quanto legale rappresentante risponde anche in sede penale, ma in sede civile e amministrativa rispondono tutti i componenti del CD in solido... e dove non arrivano i consiglieri pure i soci.
--------------------------
a brusa suta l' Susa