Autore Topic: Grand Prix of Liberation  (Letto 490 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline VENDETTA

  • Staff Redazione
  • Azzurro
  • *
  • Post: 1822
Grand Prix of Liberation
« il: Aprile 24, 2016, 07:07:37 am »
http://www.uits.it/eventi.html?view=event&id=136

Grand Prix of Liberation
04 Mag 08 Mag
04 Maggio 2016 - 08 Maggio 2016
PLZEN (CZE) @ Plzen, Repubblica Ceca

Squadra:
Simon Weithaler (Esercito), Elania Nardelli (Marina), Antonella Notarangelo (Marina), Mauro Badaracchi (Forestale), Dario Di Martino (Forestale), Dino Briganti (Fiamme Gialle), Riccardo Mazzetti (Esercito).
Staff tecnico: Elsa Caputo (carabine), Maura Genovesi (pistole).

https://www.youtube.com/watch?v=UFmOMVmDcnI

Che bello essere figlia di un consigliere federale.

Posto fisso in polizia, appartenenza al gruppo sportivo ed ora nello staff federale.

E noi ci siamo dovuti sorbire quel sermone a Gennaio su Armi magazine compresa l'affrmazione: "il mio ultra

quarantennale e disinteressato contributo".

Affermazioni gratuite smentite ampiamente dai fatti


« Ultima modifica: Aprile 24, 2016, 07:32:27 am da VENDETTA »

Online armageddon

  • Maestro
  • ****
  • Post: 432
Re:Grand Prix of Liberation
« Risposta #1 il: Aprile 24, 2016, 10:15:30 am »
la pacchia potrebbe finire,per tanti

Offline attiliofanini

  • Utente Certificato
  • Maestro
  • *
  • Post: 323
Re:Grand Prix of Liberation
« Risposta #2 il: Aprile 24, 2016, 10:58:30 am »
la pacchia potrebbe finire,per tanti
FINISCE.....FINISCE.........

Online armageddon

  • Maestro
  • ****
  • Post: 432
Re:Grand Prix of Liberation
« Risposta #3 il: Aprile 24, 2016, 15:02:12 pm »
Spero sempre nelle grandi pulizie di primavera e in un sistema non a conduzione familiare,sono stufo di vedere sempre la stessa gente passarsi il testimone o ingrassare le fila di consulenti ,allenatori ,vice allenatori,tecnici,e vice dei vice tecnici dei portatori di termos del caffè caldo,spero che queste prossime elezioni possano essere quelle del cambiamento,di un'avvicinamento e sostegno alle sezioni,di una crescita professionale dei dirigenti che avranno l'onere di riportare una federazione di cioccolatai a concentrarsi sul bene comune :lo sport ,che tanto l'istituzionale  non è per loro.