Autore Topic: Il nuovo che avanza  (Letto 1187 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline diamante

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 2546
Il nuovo che avanza
« il: Ottobre 12, 2011, 15:54:19 pm »
Notizie che fanno piacere:

News Coni
TIRO DINAMICO SPORTIVO: Sei medaglie degli azzurri ai
mondiali di Rodi
Grande successo per la Federazione Italiana di Tiro Dinamico Sportivo, Disciplina Associata al CONI, ai Campionati Mondiali che si sono conclusi a Rodi. Gli atleti italiani  nella XVI edizione iridata hanno conquistato 3 medaglie d’oro (a squadre), 1 medaglia d’argento (individuale) e 2 medaglie di bronzo (individuali). L’Italia nel medagliere finale si è classificata al secondo posto subito dietro gli inarrivabili Stati Uniti.

Ciao


Offline pratesi

  • Utente Certificato
  • Maestro
  • *
  • Post: 348
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #1 il: Ottobre 12, 2011, 19:36:31 pm »
Per caso, hai anche i nomi  dei medagliati e le sezioni di appartenenza ? Grazie
Pratesi

Offline diamante

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 2546
« Ultima modifica: Ottobre 12, 2011, 21:02:44 pm da diamante »

Offline BrainDamage

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 513
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #3 il: Ottobre 13, 2011, 00:18:56 am »
Of all the things I've lost in life, I miss my mind the most.

Online Valerio

  • Avancarica
  • Azzurro
  • ***
  • Post: 716
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #4 il: Ottobre 13, 2011, 07:29:06 am »
Per caso, hai anche i nomi  dei medagliati e le sezioni di appartenenza ? Grazie
Pratesi

Pratesi forse Ti è sfuggito qualcosa

News Coni
TIRO DINAMICO SPORTIVO: Sei medaglie degli azzurri ai
mondiali di Rodi
Grande successo per la Federazione Italiana di Tiro Dinamico Sportivo, Disciplina Associata al CONI,

Forse chiedevi a quale società appartengono, il Tiro Dinamico è uscito dai TSN o sezioni e dall’ Unione
Tasi e Tira

Online gunny

  • MegaBoss
  • Azzurro
  • *****
  • Post: 2754
    • Alpinisusa.IT
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #5 il: Ottobre 13, 2011, 13:04:02 pm »
beh... se anche qualcuno di loro fosse iscritto presso sezioni TSN non avrebbe alcun significato, dato che esiste  FITSD (disciplina sportiva associata al Coni, con oltre 2000 tesserati praticanti e 30 campi di tiro)

complimenti ai tiratori Italiani per la lodevole prestazione che vede il tricolore dietro solo agli Stati Uniti nel medagliere

il tiro dinamico pur non avendo le "agevolazioni" delle specialità ufficiali UITS praticabili presso i poligoni TSN, attira molti più tiratori e vede gare affollate, con numeri in costante crescita... loro malgrado dovranno affrontare il descreto attuativo sui campi di tiro della legge 204/2011 che a fine anno dovrebbe divenire operativo, ma credo che nonstante ciò, non li vedremo arretrare di un passo... mentre a noi poveri tapini iscritti in sezioni TSN ci pensa la stessa UITS a scavarci la fossa... (non quella per gli zappatori...  ;D)

il modello FIDTS (www.fidst.it) è estremamente moderno, democratico e dinamico (ci mancherebbe altro...) in linea con i dettami Coni. La federazione rappresenta gli interessi sportivi delle A.S.D. affliate e dei tiratori federati, e organizza le attività nazionali e internazionali.

le A.S.D. sono del tutto autonome e tutte iscritte nel registro Coni, libere di affiliarsi anche ad altre entità (Coni e non)

i singoli soci di ogni A.S.D. non hanno l'obbligo di tesseramento "federale" FIDTS se non partecipano a competizioni ufficiali, nazionali e internazionali

avranno certamente pure loro anche qualche difetto, ma i numeri e la qualità per ora riescono a dar loro ragione sulla gestione del tiro dinamico sportivo a livello nazionale, impressionate la cura e l'inflessibiltà sugli aspetti realtivi alla sicurezza e al maneggio delle armi...

in pratica è tutto molto lineare e logico, l'esatto opposto di quello che accade da noi (TSN/UITS)
--------------------------
a brusa suta l' Susa

Offline Ricky

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 595
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #6 il: Ottobre 13, 2011, 15:19:49 pm »
esagerato Gunny!!
concordo con te che il tiro pratico sportivo è disciplina autonoma e inflessibile, che la sicurezza è posta al PRIMO posto delle priorità, dalle classifiche che sono state postate non so se qualcuno ha osservato il numero dei DESQUALIFIED, non so se tutti hanno padronanza delle gare effettuate e delle modalità di gara.

Devo dire che sono spettacolari, perciò attraggono un tal numero di appassionati pur con giovane età della federazione (non i 150 anni UITS), e la risposta della loro dinamicità te la sei data da solo: L'ETA' dell'organizzazione. Senza fronzoli e suppellettili strani.

Lodevole è la loro prestazione, secondi nel medagliere dopo gli USA, padri della specialità anche in termini sportivi. l'unica pecca di questa pratica sportiva è il costo per i praticanti, i costi vivi per gli allenamenti e la preparazione. Mi dispiace ammettere che è uno sport non alla portata di tutti. Perde quindi il suffragio della partecipazione massiva (come il golf ad esempio!)  che caratterizza tutti gli altri sport, (ma che ha rappresentanti anche nelle commissioni ATLETI del CONI).

Per quanto mi riguarda, da tiratore UITS, non vedo nessuno che mi scava la fossa, guai se così fosse, se non fossero garantiti i propri diritti di ciascun praticante sportivo. A volte l'ho notato, molti quando scrivono post qui sul sito accennano a questo ordine di diffocoltà, davvero come se le sezioni fossero un DE PROFUNDIS.
Forse sono stato fortunato ad essere iscritto e a stare vicino a realtà del tiro tutte positive, so benissimo anche io che certe sezioni sono solo sulla carta (vedi Genova ad esempio, e qualche anno fà Taranto). Molte sono delle realtà note, alcune sono impossibilitate a poter dare di più, per condizioni ambientali, ma per altre dobbiamo essere noi, la realtà dei tiratori, a poter cambiare le cose e a renderle vivibili e opertative in termini di attività sia istituzionale (con apporto di fondi) che sportivo (pratica sportiva e associazionismo).

La FIDTS essendo un'associazione giovane vive delle splendide realtà locali, non è radicata a meccanismi che hanno l'età dello Stato ITALIA, e che per alcuni versi lavorano ed operano come lo Stato Italia, vittime di meccanismi complessi e non sempre molto lineari. Vecchie sezioni vivono forse di compromessi che una volta accettati è poi difficile sradicare, a meno di non cambiare lo stato dirigenziale come accaduto a Taranto di fatto. E costruire poligoni e strutture da impiegare anche per l'istituzionale è frutto di norme e di compromessi quando si hanno dei vincoli. Il Tiro a segno non è una disciplina "scientifica" di pratico effetto, non vi è linearità a volte tra azioni ed esiti. ecco perchè dobbiamo affidarci ad una classe dirigente capace di sortire degli effetti, ed aspettare un rinnovamento generazionale quando non vi è altro rimedio. Qui leggo di tante belle idee, tante volte ho invitato chi si sente in grado a mettersi in gioco a guidare le proprie sezioni, che la scelta dei vertici dirigenziali è frutto di voto, non vi è un imprimatur a nessun livello. Gunny cita a volte il CONI, mi sembra che il CONI sia in contatto con le realtà del tiro anche locali, perchè è presente in ogni comitato CONI provinciale anche un nostro rappresentante, la federazione stessa è in contatto con il CONI al massimo livello. La sicurezza deve essere poi patrimonio di ogni realtà associativa e lavorativa.

Manca linearità e logicità? Manca la comunicazione in primis, perchè siamo vittima, in alcuni casi, di retrò che non possono essere divulgati, vecchi come lo Stato Italia, e ne abbiamo tutti i difetti. Dobbiamo con il rinnovo della classe dirigente eliderli anche noi.
Un caro saluto a tutti

Offline Franz

  • Avancarica
  • Azzurro
  • ***
  • Post: 819
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #7 il: Ottobre 13, 2011, 15:58:58 pm »
Quoto Gunny.

Per poter praticare il tiro dinamico è obbligatorio frequentare  il corso con un istruttore Federale F.I.T.D.S. riconosciuto dalla Federazione. La teoria è un corso di 10 ore divise in 5 lezioni. La pratica sono 3 lezioni di circa tre ore cadauna. Alla fine del corso ci sarà una verifica, se superata, verrà rilasciato il Livello di Bronzo Millennium.
Il livello di bronzo permetterà di frequentare e svolgere attività presso tutti i campi di tiro dinamico  sparsi sul territorio nazionale e di partecipare alle gare regionali (se iscritti come Amatori) gare di campionato italiano (se iscritti come Agonisti) organizzate dalla FITDS.
(........quasi come i nostri tesserati alla sezione TSN ;D ;D ;D )
A prescindere dall'attività del tiro accademico o dalle discipline non ISSF che sono praticate in poligoni del TSN con tutte le pastoie che conosciamo, la cosa buffa è che l'UITS pretendeva di appropriarsi e di regolamentare anche il tiro dinamico!!!!   ;D ;D ;D



Offline diamante

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 2546
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #8 il: Ottobre 13, 2011, 16:04:32 pm »
Per quanto mi riguarda, da tiratore UITS, non vedo nessuno che mi scava la fossa,...

Non c'è bisogno di scavare la fossa, ci sei dentro e non te ne accorgi.

Caro  ricky se la federazione facesse solo quello per cui è nata, oggi non  starei qui a condannarla.

Ciao

Offline pratesi

  • Utente Certificato
  • Maestro
  • *
  • Post: 348
Re:Il nuovo che avanza
« Risposta #9 il: Ottobre 13, 2011, 18:18:00 pm »
Volevo solo sapere chi erano gli italiani che partecipavano, poichè ne ho conosciuti alcuni in vari poligoni UITS, e sono contento che quelli che conosco, sono nelle squadre vincenti.  Grazie alle indicazioni datemi ho potuto vedere le classifiche.
Ma, porca miseria, se ad una domanda fatta , devo far scoppiare la terza guerra mondiale,  non faccio più domande.
Pratesi