Autore Topic: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio  (Letto 3238 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline gino beonio

  • Esordiente
  • *
  • Post: 13
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #40 il: Novembre 05, 2008, 00:10:24 am »
Non c'è nessun segreto e, nemmeno, alcuna voglia di rivalsa.
Ho presentato la mia candidatura perchè credo che il problema tecnico sia da risolvere globalmente: partire da programmi sportivi più interessanti (e, per la base, divertenti), da un Centro formazione Quadri tecnici che sforni bravi tecnici da utilizzare e non un migliaio di egoisti che cerca qualche nozione in più e non trasmette niente a nessuno (per fortuna ci sono anche quelli che si impegnano)
Credo che sia interessntissimo ascoltare tecnici e tiratori stranieri di gran nome, ma credo che dobbiamo trovare il modo di trovare una strada "nostra" e soprattutto far evolvere i tecnici che sono sul campo nei poligoni di tutta Italia. Sono loro che seguono quotidianamente i giovani di talento.
I campioni che abbiamo, quando sono arrivati in Nazionale, hanno trovato Gallina, Zwieschenbrugger, Verlicchi, Simoni, Andreotti, Frigerio, Ferraris, Spilotro. I risultati li ricordate?
Ad alcuni campioni, con il passare degli anni, è venuto meno l'entusiasmo, ed il tiro diventa un lavoro come gli altri, pesante e ripetitivo.
Se alcuni hanno pensato che fosse il momento di rinunciare a Beonio e Ferraris il motivo vero è bene che lo dicano loro, a me non l'hanno detto, ne tanto meno si fanno sentire.
Abbiamo potuto cosi sposare la "linea tedesca" trasmessa in Italia da tecnici molto validi.
Ma in Germania ci sono 120 volte i tiratori che noi abbiamo. Possono fare selezioni fra gruppi omogenei. Noi mettiamo di fronte, a volte, un bravo quarantenne con un poco più che ventenne in ascesa.
A quel punto il punteggio, se anche di poco a favore del primo, non deve l'unico criterio di scelta.
Abbiamo acquistato in Germania anche la Team Cup: far giocare il 5% dei tiratori nelle uniche discipline dove far promozione. In Germania pagano il biglietto per vedere le gare, da noi sono deserte. Sono realtà troppo diverse.
Buon Tiro a tutti. gbb
   

Offline angelo

  • Maestro
  • ****
  • Post: 364
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #41 il: Novembre 05, 2008, 18:52:11 pm »
Scusa Gino, ma ti sei dimenticato una cosa da dire nel tuo post, credo, e cioè che la "linea tedesca" non è certamente stata scelta "costo Zero" come lo hanno sempre fatto e sempre lo faranno gli appassionati del ns. sport. Sono pienamente d'accordo con te che i tecnici stranieri siano molto validi e soprattutto le apparecchiature utilizzate lo siano altrettanto, ma presumo che siano costicchiati qualche eurino. Pure il ns. D.T. sembra che sia costato solamente 80.000 Eurini all'anno esentasse (dicasi 320.000 Eurini in quattro anni, pari a oltre 600.000.000-seicentomilioni di vecchie lire italiane) per preparare e portare a Pechino dei tiratori, o sbaglio ?????. Non ti sembra forse, che sia ora e il caso di pensare a dare qualche segno di riconoscenza a questi VALIDISSIMI nostri tecnici che come ripeto si stanno dando da fare a puro titolo di volontariato ????. Negli anni scorsi, e tu ne sei prova, si è fatto molto di più spendendo molto meno e con tecnici nostrani. Mi sembra così, che anche questa scelta Obrist e Co. l'abbia centrata, verooooooooo ????. Ciao

Offline Lucap

  • Utente Certificato
  • Esordiente
  • *
  • Post: 18
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #42 il: Novembre 05, 2008, 22:23:38 pm »
Ciao Angelo,
una domanda mi sorge spontanea:

Ma sotto la direzione di Orati i CT della Nazionale lavoravano gratis ?
.... non credo !!!!


Offline puzzola

  • 1° Classe
  • ***
  • Post: 106
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #43 il: Novembre 05, 2008, 22:33:39 pm »
.. infatti, se non mi sbaglio, Gino si dimise poco tempo dopo la sua elezione a consigliere nazionale per accettare la carica di CT anche in virtù di un lauto aumento di stipendio... Scelta comunque non criticabile: chi non avrebbe accettato?

La questione non è "chi" e "quanto" venga pagato, bensì è trovare allenatori e ct validi che sappiano formare e motivare tiratori vincenti.

Non mi pare che da diversi decenni a questa parte le cose stiano andando bene. Quando un tiratore italiano riesce a raggiungere alti livelli internazionali, lo deve spesso ed unicamente alle proprie qualità e magari alla passione messa dal suo primo allenatore sezionale.

Con la speranza che le cose presto cambino... Un in bocca al lupo a tutti!!!

P.

Offline gino beonio

  • Esordiente
  • *
  • Post: 13
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #44 il: Novembre 05, 2008, 23:39:47 pm »
Come Consigliere non ho guadagnato nulla. Allora era così, ora non so.
Ho scelto di fare il CT con un compenso basso (potendo, avrei pagato io). Il compenso è aumentato dopo Atlanta (dopo 5 anni). Non so se sono vere le cifre che sento adesso, le nostre, fino al 2004 erano più basse. Ora riescono anche a fare i "mercatini"
Se posso togliermi un sassolino dalla scarpa, aggiungo che i tecnici cui non hanno rinnovato l'incarico dopo il 2004, non hanno ricevuto nemmeno un grazie dal Consiglio che, in gran parte, era lo stesso da otto anni.
Ma guardiamo avanti. Buon Tiro   gbb 

Offline angelo

  • Maestro
  • ****
  • Post: 364
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #45 il: Novembre 06, 2008, 22:22:24 pm »
Chiedo scusa a tutti per non essere stato forse più chiaro, ma volevo dire proprio quello affermato anche da puzzola e cioè che andrebbero gratificati gli allenatori sezionali che, grazie alla loro opera costante e sacrifici di varia natura (compresa quella economica), continuano a frequantare la propria sezione per "coltivare" lo sport a puro titolo gratuito, mediante la propaganda e l'insegnamento a soci e nuovi iscritti. Ho visto certi inoltre, talmente appassionati tanto da creare dei volumi per spiegare cos'è lo sport presso le scuole, oltre che a seguire gli alunni classe per classe per poi portarli in poligono e cominciare l'effettiva preparazione tecnica per i più bravi. Insomma, un lavoro incredibile affrontato a PROPRIE SPESE e PROPRIO TEMPO LIBERO senza ricevere nemmeno un misero "grazie" da chi sarebbe preposto a divulgare lo sport con materiale e risorse economiche al posto di pensare solamente a nascondere bilanci, non dare le copie di delibere federali per non far vedere come vengono spesi i famosi €urini a danno di sezioni e persone che continuano a CREDERCI ancora in uno sport, che nel bene o nel male ci accomuna tutti noi da diversi anni. Certo che chi ci lavora come tecnico federale e a tampo pieno, và giustamente remunerato, però ci metterei su questo punto delle condizioni e cioè remunerato chi se lo merita e dà dei risultati in modo positivo, chi non se lo merita "remunerato" con DUE GROSSISSIMI CALCI NEL SEDERE e non con 80.000 €urini all'anno esentasse, per quattro anni. HAI SBAGLIATO ????? FUORIIIIIIIIIII. Sperperiamo meno soldi che sarebbe ora. Caro Obrist e Co., vorrei proprio vedere se fossero soldini tuoi e con i risultati ottenuti, cosa avresti fatto ???. Certo, fin che paga "PANTALON" va sempre bene, no ???.
NO, a mio parere dovete andarvene tutti a casa e al più presto perchè di danni ne avete combinati una infinità. Non siete IMPRENDITORI, non siete POLITICI, non siete nemmeno capaci di leggere un bilancio, di sport ne capite poco niente (vedi i risultati), della parte istituzionale proprio siete "fuori con tutto" (se volete vi darò qualche consiglio successivammente da dove cominciare a capire, oppure informatevi da chi ne sà più di voi), ma allora che cosa ci fate li ?????. Preparatevi i salvagenti a Mestre, ci siamo tutti.

Offline gino beonio

  • Esordiente
  • *
  • Post: 13
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #46 il: Novembre 06, 2008, 23:10:49 pm »
Forse non si evinceva chiaramente nelle mie esposizioni; quando ho accennato agli aiuti da poter dare per far evolvere i nostri tecnici intendevo tutti  , compresi quelli che a volte in maniera oscura ma sempre con passione operano nei Poligoni e sono le prime guide dei nostri futuri campioni.
Quando ho parlato della nostra realtà ho inteso dire che sono i nostri   tecnici quelli che rimangono vicini ai nostri   tiratori. Vicini non solo sulla pedana, ma vicini alla loro vita.
Perchè l'atleta tiratore, più di altri, esprime in pedana quello che ha saputo costruire "dentro".   gbb
     

Offline angelo

  • Maestro
  • ****
  • Post: 364
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #47 il: Novembre 07, 2008, 17:31:03 pm »
Beh, detto in un modo o nell'altro, mi sembra che tutti diciamo la stessa cosa e cioè VIVA I TECNICI E ALLENATORI SEZIONALI che senza di loro non ci sarebbero ne nuovi tiratori e ne tantomeno atleti di un certo valore a livello nazionale. Troviamo però, se possibile, una formula per dare a loro un supporto tecnico ed economico e non pensare solamente al compenso del C.T. federale(sempre che se lo meriti però e rivediamo l'ammontare annuo???).

Offline carmante

  • Utente Certificato
  • Esordiente
  • *
  • Post: 36
Re: Presentazioe candidatura e programma di Gino Beonio
« Risposta #48 il: Novembre 07, 2008, 18:41:45 pm »
usciamo dalla trappola dei soldi e valutiamo capacità e meriti
se un atleta percepisce 40.000,00 euro ogni anno come "borsa di studio" il compenso del CT sarà anche su tali importi rapportato.
ma credo sia opportuno ragionare sui criteri piuttosto che sugli importi e sono convinto che i nuovi eletti amino la meritocrazia