Autore Topic: TSN TORINO E PROVINCIA  (Letto 2762 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

dofranco

  • Visitatore
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #30 il: Settembre 01, 2008, 00:25:51 am »
Sarò un sognatore anche io...però non costa esserlo :D Ciao

Bè non confondiamo le cose: sognare è legittimo, scrivere le cose senza la minima idea di cosa si stia parlando un po' meno....
« Ultima modifica: Settembre 01, 2008, 00:31:15 am da dofranco »

Offline karlfran

  • Utente Certificato
  • Maestro
  • *
  • Post: 452
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #31 il: Settembre 01, 2008, 09:22:41 am »


A me sinceramente il tsn piace,

Se si parla sempre per sentire dire non si va molto in là.
[/quote]


NE sono contento che a t piaccia....e permettimi di dirti che non parlo per sentito dire ...ma sono persona che entrando per la prima volta nel tsn di certo se non fosse stato perchè mi interessava andare a sparare .la tesserina e l'avvicinamento a questo sport, con tutta sincerità non l'avrei mai fatta . perche nessuno luogo compreso invoglia a farlo.
A te chiederei se sei passato in sezioni come quelle che sono statecitate dai miei post. Luoghi anch'essi "militari". Vogliamo fare un paragone!!!

L'aggregazione no? non la commento e ti lascio nella felicità che hai
Steve - FAS 604
         - DIANA 48Black

Online biagio

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 1019
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #32 il: Settembre 01, 2008, 11:36:32 am »
dofranco ha fotografato la situazione reale delle sezioni medio-piccole. La differenza tra queste sezioni è data solamente dalla lungimiranza del presidente e dalla armonia tra i soci e tra soci e presidenza. Le sezioni più grandi devono avere una buona/ottima orgnaizzazione per poter gestire adeguatamente il numero dei soci e l'attività degli istituzionali.
Che poi si possa fare meglio e di più anche nelle sezioni medio-piccole è tutt'altro discorso perchè, oltre la lungimiranza ed all'armonia, sono necessarie anche una buona apertura mentale della dirigenza ed un più che discreto spirito di iniziativa!

bye bye biagio

Offline karlfran

  • Utente Certificato
  • Maestro
  • *
  • Post: 452
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #33 il: Settembre 01, 2008, 18:30:59 pm »
Carissimo Biagio sono abbastanza d'accordo con  la tua analisi. Come detto in altri post ci sarà sempre una parte mai totalmente felice. Gestire con attenzione  una sezione la fa diventare una bomboniera potrebbe accadere anche che se gestito con disinteresse o con "mani legate" è invece disarmante ;D
Sulle dimensioni al fine delle possibilità citate mi sembra irrilevante in quanto è la mentalità che dovrebbe farla da padrona e la capacità dell'individuo a relazionarsi con un piccolo o un grande palcoscenico.

Rimane che ognuno ha il suo livello personale di "accettabile" oppure " ben  o mal gestito".
Le analisi mi sembrano alle volte di parte cosa che  nelle mie sono invece abbastanza obbiettive proprio perchè non inserito appieno dentro esse. Vero che  questo non fa di me un esperto però ho l'occhio del "neo arrivato" più fresco e non condizionato soprattutto ;)
Barricarsi dietro alle proprie supponenti convinzioni o mettersi in discussione?

Auguri  :D
Steve - FAS 604
         - DIANA 48Black

Online biagio

  • Utente Certificato
  • Azzurro
  • *
  • Post: 1019
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #34 il: Settembre 01, 2008, 19:44:49 pm »
sezioni come Milano, Bologna, Roma ecc...non possono non essere organizzate proprio a causa delle loro dimensioni che dipendono esclusivamente dal loro bacino di utenza (soci + istituzionali) e dalla loro storia.
Le altre soggiacciono a quanto ho detto nel mio post: lungimiranza, armonia, iniziativa sono fattori concomintanti per una ottima gestione. Quando queste non ci sono e/o predomina la gestione di clan (familiare o amicale) le sezioni medio/piccole deperiscono o muoino e per ritirarle sù ci vuole un triplo impegno.
sei mesi di frequenza di uan sola sezione non sono sufficienti ad avere un quadro generale della situazione, ma, direi , solo locale nel migliore dei casi.
Ci si può mettere in discussione solo quando si hanno opinioni personali maturate  dopo aver "conosciuto " varie sezioni e molti aspetti del tiro ed appropriata apertura mentale e....ripeto...sei mesi di frequenza non sono sufficienti...oppure non sono sei mesi. ;)
bye biagio

Offline Franz

  • Avancarica
  • Azzurro
  • ***
  • Post: 806
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #35 il: Settembre 01, 2008, 20:53:21 pm »
Dofranco e Biagio siete sul bersaglio! Certe strutture, vedi le citate Roma, Milano, Bologna, Napoli, Torino, ecc. per forza di cose vanno gestite come vere e proprie aziende, basta guardare i fatturati, e sono le meno influenzate dagli umori dei soci, per mandare avanti la baracca ci sono dei meccanismi e degli automatismi imprescindibili. Diverso il discorso per le piccole sezioni, 200/250 soci ed un centinaio di obbligati, con fatturati sui 40mila €. in questo caso per funzionare bisogna fare ricorso al volontariato ed alla buona volontà di tutti, si troveranno il presidente ed i consiglieri che nel periodo di chiusura saranno impegnati nei lavori di sistemazione degli impianti assieme a qualche volonteroso, il tutto, naturalmente, non retribuito, salvo poi organizzare dei pranzi o cene al poligono che servono come ricompensa e per cementare lo spitiro d'appartenenza. Tanto si è in pochi e ci si conosce tutti, in qesti TSN, nelle serate d'apertura, ci sono alcuni tiratori in pedana e molti altri impegnati in discussioni da bar, sulle armi, le cariche ecc. Questo è lo spirito per far sopravivere degnamente queste sezioni. :)

Leonardo66

  • Visitatore
Re: TSN TORINO E PROVINCIA
« Risposta #36 il: Settembre 01, 2008, 21:22:38 pm »
Bravissimo Franz...
Questo è lo spirito giusto e la strada da percorrere per il buon funzionamento delle cose...
Un pò di sacrificio da parte di tutti non guasta...
Non bisogna mica trarne sempre profitto da quello che si fa no?
Le ricompense e le soddisfazioni arriveranno pian piano se le cose le facciamo funzionare noi stessi...